COMPITI COMMISSIONE MENSA

La Commissione Mensa (CM) svolge un ruolo determinante nella comunicazione e nella collaborazione con le figure coinvolte all’interno dell’ambito scolastico/comunale.

Le finalità della Commissione Mensa sono molteplici:

  • Svolge un ruolo di collegamento tra l’utenza e l’Amministrazione Comunale
  • Riporta le criticità/istanze degli utenti
  • Monitora il servizio di ristorazione all’interno dei refettori e delle aziendedi produzione pasti
  • Deve saper valutare il prodotto finale (pasto pronto al consumo), sia dal punto di vista igienico che nutrizionale
  • Propone azioni di miglioramento.

La sinergia tra i membri della CM e degli insegnanti può determinare un progressivo miglioramento delle abitudini alimentari tra i piccoli utenti e di conseguenza, apportare una ricaduta positiva sulle famiglie, con l’accettazione di alimenti che possono risultare poco graditi. E’ fondamentale che le competenze pedagogiche dell’insegnante, igienico nutrizionali e tecniche del Servizio Ristorazione, agiscano in sintonia per incentivare il consumo di alimenti (quali ad esempio: frutta, verdura, pesce, legumi, etc) generalmente poco graditi.

I controlli di qualità

Per assicurare agli utenti un servizio che oltre a fornire il necessario apporto nutritivo, sia garantito anche sotto il profili igienico-sanitario, l’Amministrazione Comunale ha organizzato un sistema di controlli che si aggiunge a quelli istituzionalmente effettuati dal personale dei Servizi Veterinario e Igiene Pubblica della A.S.L.

I controlli sono effettuati presso i Centri di Cottura a gestione diretta e presso i Centri di cottura delle ditte appaltatrici, in particolare per questi ultimi il controllo avviene quasi giornalmente da parte di 2 dipendenti del Comune, con professionalità acquisita come responsabili di Centri di cottura a gestione diretta.

La commissione mensa dell’ I.C. "Nicolò Barabino"

La commissione è l’altra forma di controllo che affianca i controlli di qualità ed è esercitata direttamente dai genitori degli alunni che usufruiscono del servizio.

Dopo la formazione di una apposita commissione mensa, istituita a livello di consiglio di istituto, i genitori nominati possono accedere ai refettori e ai centri di cottura per verificare l’andamento del servizio e segnalare difformità e/o fornire eventuali suggerimenti perché il servizio sia sempre più qualificato.